Gran Priorato di Roma
Sovrano Militare Ordine di Malta

Piazza dei Cavalieri di Malta, 4
00153 - Roma - Italia
Tel. +39.06.5779193
Fax +39.06.5758351

segreteria@granprioratodiroma.org

amministrazione@granprioratodiroma.org

IBAN
Gran Priorato di Roma: IT04G0306909606100000118944
Gran Priorato di Roma - Pellegrinaggi: IT09K0306909606100000118948

Inaugurazione ad Ariccia della nuova sede della Delegazione di Latium Vetus

Di fronte ad un nutrito pubblico convenuto presso Palazzo Chigi ad Ariccia, domenica 26 maggio, nonostante la pioggia intermittente, si è svolta la cerimonia di inaugurazione della nuova sede della Delegazione di Latium Vetus dell’Ordine di Malta.

Ha fatto gli onori di casa il Commissario M.se Alessandro Bisleti, presentando la sede concessa dal Comune di Ariccia al Procuratore del Gran Priorato di Roma S.E. Amedeo de Franchis, accompagnato dal Pro-Cancelliere Conte Massimiliano Tornielli di Crestvolant e dal Consigliere Ammiraglio Carlo Cellerino.

Il Procuratore ha tagliato il nastro cerimoniale e scoperto lo scudo rosso con la croce ottagona, simbolo melitense, e ha invitato tutti ad entrare per ammirare la sede completamente ristrutturata ed arredata.  Dopo un breve saluto S.E. ha ceduto la parola al Commissario che ha illustrato nel dettaglio la sede e quindi a Mons. Gabriele White, Rettore del seminario Opera di Gesù sommo sacerdote di Ariccia, che ha letto un brano del Vangelo e benedetto l’immobile e tutti i convenuti.

Di seguito l’Avv. Tomasi, Assessore al Patrimonio del Comune di Ariccia, ha invitato i presenti ad accomodarsi nella Sala Bariatinsky all’interno di Palazzo Chigi.  Ha preso la parola dal palco il Commissario di Latium Vetus e Delegato di Veroli M.se Bisleti che ha ringraziato tutti i presenti e in special modo coloro che si sono adoperati per la realizzazione della nuova sede. Di seguito ha illustrato a S.E. le attività in essere e future presso la Delegazione.  Il Procuratore ha vivamente apprezzato gli sforzi della giovane Delegazione per dotarsi delle strutture idonee alla propria funzione di assistenza e carità sul territorio assegnatole, spronando tutti i membri e volontari a perseguire con sempre rinnovato zelo sulla strada intrapresa.

Il Commissario, grato per l’incoraggiamento e i complimenti ricevuti, ha di seguito invitato il M.se Incisa di Camerana, già Delegato di Latium Vetus e Presidente dell’Ass. Ludovico Chigi-ETS, a prendere la parola per un breve discorso vertente sul percorso che ha portato la Delegazione a dotarsi di una nuova sede.  Sono stati così ricordati gli Sponsor che hanno finanziato la ristrutturazione dell’immobile (l’istituto bancario BCC-Colli Albani e la soc. Tecnologie Meccaniche srl).  E’ stata ricordata anche l’Ass. Ludovico Chigi-ETS che ha assistito la Delegazione nell’operazione, come già per il Corso per anziani Serena-Mente dell’anno precedente.  A tutti loro e ai Membri che si sono adoperati per il buon esito dell’iniziativa è stato tributato un lungo applauso.

L’Assessore Tomasi ha quindi, a nome della Giunta Comunale, ringraziato l’Ordine di Malta che ha scelto Ariccia come propria sede nel Latium Vetus ed auspicato una lunga mutua collaborazione a favore della popolazione più disagiata.  Il Commissario ha assicurato l’impegno dell’Ordine in tal senso ed ha voluto consegnare, di concerto con S.E. il Procuratore, al Vice-Sindaco Enrico Indiati un attestato di benemerenza tributato al Sindaco di Ariccia Roberto Di Felice, come riconoscimento delle iniziative a favore dell’Ordine.

Il Commissario ha poi ricordato anche le proficue sinergie che si sono sviluppate in questi ultimi mesi tra la Delegazione di Latium Vetus e quella di Veroli, che da anni dirige, in un clima di fratellanza operosa.  Dopo la preghiera conclusiva affidata a Mons. White, il M.se Bisleti ha calorosamente invitato tutti ad un vin d’honneur nella pinacoteca adiacente.

Il Procuratore e le Autorità del Gran Priorato, prima di salutare i presenti, hanno potuto assistere ad una visita guidata privata dell’antico Palazzo Chigi così legato alla storia dell’Ordine di Malta per i tanti personaggi storici Membri dell’Ordine che vi hanno dimorato ed in particolare per il celebre Gran Mastro P.pe Ludovico Chigi Albani della Rovere.